Asparagina

L’Asparagina e un genere di piante perenni appartenente alla famiglia delle Liliaceae. Essa è molto nota per le qualità ornamentali del suo meraviglioso fogliame, che la rendono la classica e perfetta pianta d’appartamento. Il genere comprende circa 300 specie diverse, di natura cespugliosa oppure rampicante.

Asparagus Sprengeri

L’Asparagina è composta da rami verdi di forma appiattita che assumono la funzione di foglie molto sottili, delicate e raggruppate in cespuglio. Il loro nome è cladodi. I ramoscelli dell’Asparagina sono molto sottile e flessibili ed in ottime condizioni climatiche, posso regalare alla pianta un’altezza di 3 metri. Le infiorescenze dell’Asparagina si presentano sottoforma di fiorellini dalle piccole dimensioni, di color bianco o verdognolo, dal lievissimo profumo. I frutti dell’Asparagina, presenti raramente in autunno, sono simili a delle bacche, di color rosso, di natura particolarmente velenosa.

La riproduzione dell’Asparagina avviene per semina, durante la stagione primaverile, oppure per divisione dei cespi. Nel primo caso, i semi vanno risposti in un piccolo contenitore di vetro o in piccoli vasi di terracotta. Dopo circa un mese, compariranno i primi germogli e, quando le piantine saranno alte ameno 10 cm, potranno essere riposte in vaso definitivo. Per la talea, si utilizza la parte più giovane dei rami adulti e viene messa a radicare in piccoli vasi riempiti con sabbia. Tale operazione va svolta nel mese di febbraio. In entrambi le modalità riproduttive, è necessario mantenere la temperatura del luogo, intorno ai 15 °C.

Nome

Asparagina (Asparagus Sprengeri)

Ambiente

Bacche VelenoseL’Asparagina trova le sue origini nelle zone del Sud Africa. Essa è molto presente anche nelle zone del Mediterraneo ed in quelle asiatiche. E’ un genere di pianta che non ha bisogno dei raggi diretti del sole, bensì l’ideale è posizionarla in un luogo in cui viene baciata dalla luce filtrata, indiretta. In mancanza di ciò, cresce bene anche a mezz’ombra, ma non avrà possibilità di produrre infiorescenze.

Temperatura

La temperatura che l’Asparagine predilige, si aggira intorno ai 15 °C. E’ buona norma fare attenzione a non tenere la pianta all’esterno qualora la temperatura si abbassi al di sotto dei 7 °C. Se la si coltiva in appartamento, è necessario fare attenzione all’umidità resa minore dalla presenza dei riscaldamenti.

Mantenimento

L’Asparagina non necessita di cure molto complesse. Le innaffiature vanno effettuate in maniera soddisfacente efoglie cladodi regolare durante le stagioni più calde, sino ad un massimo di due volte al giorno se le temperature sono più alte della media.  L’apporto idrico va ridotto nelle stagioni invernali per evitare danni ingenti all’apparato radicale.

Il substrato va composto con una parte di terra per piante acidofile, terra di foglie e una parte di terreno da giardino. La potatura si compie per eliminare il fogliame oramai secco o danneggiato , ma anche per stimolare la formazione dei giovani germogli.

Alle acque di irrigazione è consigliabile aggiungere del concime liquido ogni 15 giorni in primavera ed in estate. E’ buona norma, nonostante le basse temperature, concedergli del fertilizzante anche nelle stagioni più fredde, riducendolo ad una volta ogni trenta giorni.

Avversità

L’Asparagina è frequentemente soggetta ad attacchi da parte degli acari. La causa scatenante di questi ultimi è dovuta ad un ambiente troppo secco, non giustamente umido. E’ possibile prevenire tale avversità con nebulizzazioni frequenti al fogliame, in aggiunta alle regolari annaffiatura. Per rimediare all’attacco definitivo degli acari, è opportuno rivolgersi al proprio vivaista di fiducia che consiglierà un antiparassitario specifico. Un altro nemico dell’Asparagina è la Cocciniglia bruna. Essa si presenta con escrescenze color marrone sul fogliame che rendono la pianta stessa di natura appiccicosa. Per debellarle è necessario trattare le zone interessate con un batuffolo imbevuto di acqua ed alcool, oppure utilizzare anticoccidici specifici.


Potrebbero interessarti anche:

8 commenti su “Asparagina

  1. Nancy Marchini scrive:

    Buongiorno mi rivolgo a voi perche spero abbiate una soluzione. Io ho 2vasi di aspargina appartenenti addiruttura a mia nonna. Questo inverno li ho dati al mio giardiniere per farle svasare. Me li ha tornati un mese fa completam secche perche si é giustificato che il gelo improvviso della primavera le ha cotte.
    Ora ho solo spuncioni secchi che escono dalla terra e tanta tristezza. Posso fare qsa?
    Grz

    • Grazia scrive:

      Salve Nancy, primo cambia giardiniere, secondo me le piante sono solo state trascurate o innaffiate troppo, il gelo primaverile non c’entra niente, io ne ho una che tengo regolarmente fuori anche d’inverno e sta benissimo. Ora dovresti solo controllare se le radici sono ancora vive, ed attendere che rispuntino i germogli.
      Cari saluti. Grazia

    • Grazia scrive:

      Salve Nancy, secondo me le piante sono solo state trascurate o innaffiate troppo, il gelo primaverile non c’entra niente, io ne ho una che tengo regolarmente fuori anche d’inverno e sta benissimo. Ora dovresti solo controllare se le radici sono ancora vive, ed attendere che rispuntino i germogli.
      Cari saluti. Grazia

  2. berardi romeo scrive:

    Salve volevo sapere secè un mese particolare per travasare la mia asparagina in vaso per poi metterla in terra e come è consigliabile fare questo tipo di operazione.Le faccio sapere che io abito in Calabria e come lei saprà il clima anche d’inverno è mite.Aspetto sue notizie ringraziandola Berardi Romeo

  3. elisabetta scrive:

    Buongiorno,la mia aspatagina ha in po di cladodi secchi.In che periodo si puo’potare?????
    Grazie mille
    Elisabetta

  4. Maria scrive:

    Ciao, la mia asparagina è bellissima e folta. Posso travasare e suddividerla per ottenere due piante? Leggo della semina e chiado quali sono i semi per la riproduzione?
    Grazie Maria

  5. Paola scrive:

    Dai semi si toglie l’involucro rosso o si piantano così come sono?

  6. Sergio scrive:

    possiedo circa 20 vasi di asparagina nel mio giardino e mi vengono bene in ogni situazione, durante i mesi più freddi li raggruppiamo cercando di coprire con apposito telo: in primavera, i vasi più grossi li dividiamo e ne facciamo altri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi