Gazania

La Gazania è una pianta erbacea, appartenente alla famiglia della Asteraceae;  essa viene particolarmente apprezzata per la bellezza e i colori dei suoi fiori: la si può coltivare sia in vaso, sia all’esterno in modo da creare bordure per le strade o aiuole nei giardini. La Gazania mostra fusti di consistenza carnosa, di un’altezza che varia dai 15 ai 30 cm; le foglie hanno forma lanceolata, sono lucide e di colore verde scuro sulla parte superiore, e grigio-argento sulla parte inferiore. La pianta produce fiori molto simili a grandi margherite, riuniti in un’infiorescenza a capolino; essi sono molto colorati, possono essere gialli e arancioni con striature nere, rosso-marroni e di varie tonalità di rosa.

La moltiplicazione della Gazania avviene mediante la semina, verso la fine inverno: i semi saranno interrati in un contenitore con terra e sabbia, mantenuto in un luogo caldo e al riparo dalla luce; quando i semi saranno germogliati si aumenterà gradualmente la luce e,quando le piantine saranno diventate robuste, si potrà passare al rinvaso definitivo. La riproduzione della pianta viene fatta anche per talea, a fine estate: le talee devono essere messe a radicare in un contenitore con terra e sabbia, in un ambiente umido; una volta che le nuove piantine saranno germogliate, potranno essere trapiantate nei loro contenitori definitivi.

Nome

Gazania (Gazania uniflora )

Ambiente

La Gazania è originaria dell’Africa meridionale, ma è molto diffusa anche in Italia. La pianta riesce ad adattarsi a qualsiasi tipo di terreno, ma è preferibile che il substrato sia  abbastanza soffice e soprattutto ben drenato: si consiglia un composto formato da terra, torba e sabbia a cui è possibile aggiungere dei ciottoli per migliorare il drenaggio dell’acqua.

Temperatura

La pianta necessita di molto sole per riuscire a fiorire in maniera rigogliosa, quindi è opportuno sistemarla in un luogo luminoso, possibilmente alla luce diretta del sole; se la si colloca in un luogo semi ombreggiato, la fioritura sarà più scarsa. La temperatura ideale per la Gazania si aggira intorno ai 16 e ai 22 gradi: essa riesce a tollerare bene il caldo, resistendo anche a periodi di siccità, tuttavia non sopporta il freddo e le gelate, quindi la temperatura minima non dovrebbe mai scendere sotto gli 8 o 10 gradi.

Mantenimento

La Gazania, pur resistendo a brevi periodi di siccità,  va annaffiata regolarmente durante i mesi caldi; si consiglia di servirsi di acqua a temperatura ambiente e di attendere che il terriccio si asciughi fra un’annaffiature ed un’altra. Nei mesi freddi, le irrigazioni possono essere diminuite.

La concimazione della Gazania va fatta da marzo ad ottobre, ripetendola ogni 20 giorni circa, ed utilizzando un fertilizzante per piante da fiori, da diluire nell’acqua delle annaffiature.

Avversità

La Gazania non è immune all’attacco di parassiti quali gli afidi che danneggiano fiori e foglie; si consiglia di sbarazzarsene manualmente, lavando la pianta con una spugna, oppure utilizzando un antiparassitario specifico nel caso in cui l’infestazione risulti troppo estesa.

Inoltre, malattie fungine possono proliferare in un ambiente eccessivamente umido: esse dovranno essere  combattute con fungicidi specifici.

Piante da vasoPiante ornamentali
Commenti ( 1 )
Lascia un commento
  • DINO

    GRAZIE !!!! Con i vostri consigli sono sicuro che riuscirò. In Giugno ho trapiantato UNA piantina di Gazania in luglio erano diventate 5 o 6 fiori meravigliosi, le ho avute fino a ottobre poi lentamente mi sono morte. Ora ho capito il mio errore, la terra troppo pesante e anche
    poco drenaggio. Per fortuna ho raccolto 5 bocci di semi e seguendo le vostre istruzioni
    che sono molto chiare ed inconfondibili sono sicuro ( e speranzoso di riuscire ) poichè sono
    fiori meravigliosi, senz’altro tra i più belli che esistono: Ancora grazie. Dino