Zinnia

La Zinnia è una pianta erbacea, annuale o anche perenne, appartenente alla famiglia delle Asteraceae; molto conosciuta e apprezzata per la bellezza dei suoi fiori, i più grandi in natura. Viene utilizzata per ornare aiuole e bordure nei giardini, ma anche terrazzi e balconi. La pianta, dal portamento cespuglioso, è in grado di raggiungere un’altezza che va dai 30 ai 120 cm in base alla varietà; possiede fusti eretti e molto ramificati e foglie dalla forma ovale, del tipico colore verde scuro. La Zinnia produce fiori riuniti in infiorescenze a capolini, semplici o doppi, molto somiglianti alle comuni margherite; assumono differenti colori: bianco, rosa, rosso, giallo, arancio e viola.

Asteraceae

La moltiplicazione della Zinnia avviene principalmente mediante la semina, realizzata dal mese di febbraio fino a marzo: i semi dovranno essere posti in un recipiente contenente terra e sabbia, ricoperto con un telo di plastica e collocato in un luogo riparato, ad una temperatura di 16 o 18 °C. Una volta sbocciati i primi germogli, sarà possibile togliere il telo e aumentare la luminosità; quando le piantine saranno abbastanza robuste, si potrà procedere col rinvaso definitivo.

Nome

Zinnia

Ambiente

Zinnia foglie ovaliLa Zinnia è originaria del Messico e dell’America centrale, ma è molto diffusa e coltivata anche nel nostro paese. La pianta si adatta tranquillamente a qualsiasi tipo di terreno, tuttavia per una crescita sana e ottimale, si raccomanda un terreno soffice, ricco di sostanza organica e soprattutto molto ben drenato. In caso di rinvaso, è opportuno aggiungere della torba, sabbia o ghiaia che impediranno la creazione di ristagni idrici, per nulla tollerati dalla pianta.

Temperatura

La pianta ama le esposizioni in pieno sole, tuttavia sopravvive anche a zone a mezz’ombra; è bene collocare la Zinnia in luoghi molto luminosi, ma riparati da correnti d’aria, particolarmente dannose. Tollera le alte temperature, al contrario non sopporta il freddo, per cui è consigliabile che non vi siano sbalzi di temperatura e che le condizioni termiche non siano inferiori agli 8 o 10°C.

Mantenimento

La Zinnia non necessita di annaffiature eccessive, ed è in grado di sopportare brevi periodi di siccità; si consiglia di Zinnia infiorescenze a capoliniservirsi di acqua a temperatura ambiente ed irrigarle con regolarità, ma senza eccessi onde evitare la formazione di ristagni d’acqua, particolarmente dannosi per la pianta. E’ bene attendere che il terriccio sia asciutto tra un’annaffiatura e l’altra.

La concimazione della Zinnia va fatta con del concime liquido per piante da fiore, diluito nell’acqua delle annaffiature; è consigliabile somministrarlo ogni 20 giorni circa. Al fine di avere uno sviluppo sano della pianta, il fertilizzante deve possedere elementi quali azoto, fosforo e potassio, che garantiranno una fioritura abbondante.

Avversità

La Zinnia non è immune all’attacco di parassiti quali la Cocciniglia farinosa, particolarmente dannosa poiché succhia la linfa dalla pianta, lasciando una sostanza collosa che provoca la caduta di foglie e fiori. E’ importante agire tempestivamente con un insetticida specifico.

La pianta è spesso colpita dall’oidio, ovvero una malattia derivata da un fungo: questa provoca macchie biancastre sulle foglie. E’ bene servirsi di un fungicida specifico.


Potrebbero interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi