Vriesea

La vriesea è una pianta sempreverde che comprende 190 specie di piante perenni, originaria dell’America Centrale e Meridionale. Si presenta come un insieme di foglie carnose, lunghe e strette, rigide, di colore verde scuro attraversate da bande marroni. Dal centro si alza uno stelo colorato che in estate porta una lunga infiorescenza formata da brattee e fiori di colore rosso, bianco o rosa.

vrisea sempreverde

E’ una pianta dalla crescita molto lenta, specie nei primi anni, e fiorisce solo dal terzo anno in poi; dopo la fioritura la pianta muore, ma prima che accada, emette uno o più polloni basali che se trapiantati danno origine a nuove piante. Solitamente la vriesea non ha bisogno di essere sottoposta a potatura, ma vanno semplicemente eliminate le foglie che si disseccano o danneggiano, per evitare che possano diventare un veicolo per i parassiti.

Nome

Vriesea

vriesea foglie Ambiente

La vriesea è una pianta epifita e necessita di un terreno particolare, si può coltivare con successo in un miscuglio di terriccio universale e substrato per orchidee. Il terriccio deve essere privo di calcaree ed è molto importante assicurarsi che questo consenta il rapido sgrondo dell’acqua per evitare ristagni.

La sua moltiplicazione ha successo se il terreno è quello giusto e può avvenire per seme, anche se spesso le piante si propagano staccando dalla pianta madre i germogli. Le nuove piantine vanno subito rinvasate in contenitori singoli contenenti un miscuglio di sabbia, torba e materiale organico.

Temperatura

E’ una pianta che si adatta a qualsiasi tipo di esposizione, dal pieno sole alla parte più ombrosa della casa. In condizioni ottimali preferisce luce abbondante, ma non il sole diretto. Si consiglia di non scendere sotto i 14°C e di non oltrepassare i 30°C. Se decidete di mettere la vostra pianta in giardino, abbiate l’accortezza nei primi giorni, di tenerla in posizione riparata per farla abituare al nuovo ambiente.

E’ una pianta che può fiorire in qualunque periodo dell’anno se esposta a temperature giuste e curata con accortezza. Le foglie in via d’appassimento vanno recise a circa 2,5-5 cm dall’altezza della base.

Mantenimentovriesea astrid in vaso

Annaffiare abbondantemente in primavera – estate sia sul terreno che nel cono costituito dalla rosetta di foglie, mantenendo il substrato leggermente umido. Con l’arrivo del freddo diminuire le annaffiature fornendo acqua ogni 20-25 giorni, mentre nel periodo vegetativo curare la pianta con concime bilanciato ogni 15-20 giorni insieme all’acqua.

Avversità

La vriesea è soggetta alla cocciniglia che può attaccare la pianta, soprattutto in presenza di un clima caldo e secco; bisogna asportarla e trattarla con un prodotto anti parassita ed elevare il tasso di umidità ambientale con spruzzature e lavaggi alle foglie, al fine di eliminare la cocciniglia allo stato larvale. In alternativa ai prodotti, si possono strofinare le parti colpite con un batuffolo di cotone bagnato in acqua o in alcool.


Potrebbero interessarti anche:

2 commenti su “Vriesea

  1. roberta scrive:

    Buongiorno

    chiedevo soltanto se la Vriesea può essere annaffiata nel cono delle foglie anche in presenza del fiore.
    Grazie Roberta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *