Tulipano

Il Tulipano è un bellissimo fiore appartenente alla famiglia delle Liliacee; esso è rinomato ed apprezzato per il suo profumo intenso e dolciastro. I fiori di Tulipano possono assumere diverse tonalità, a differenza delle foglie che sono di un caratteristico verde estremamente intenso; a seconda delle varietà, può avere dimensioni differenti poiché ve ne sono di alti e di nani, tuttavia la grandezza massima che può raggiungere si aggira intorno ai trenta centimetri, e difficilmente va oltre.

Liliacee

La moltiplicazione del Tulipano può avvenire mediante la semina o tramite bulbilli. Nel primo caso, bisogna raccogliere i semi del frutto e lasciarli seccare, interrandoli in un terreno ricco: la germinazione non avviene prima dei sei anni. Nel secondo caso, i bulbilli vanno conservati in un luogo fresco ed asciutto sino al momento della messa a dimora.

Nome

Tulipano

Ambiente

Tulipano foglie verde intensoIl Tulipano possiede origini  orientali, tuttavia è molto conosciuto in Europa grazie alla coltivazione olandese. Esso predilige per lo più terreni di tipo basico piuttosto che argillosi, e che siano ben drenanti e mai troppo umidi; nel caso in cui il Tulipano venga piantato in vaso, si può aggiungere un sottile strato di argilla che servirà a dare al terreno una maggiore capacità drenante. E’ importante non servirsi di un substrato troppo duro e compatto, o dove è presente un’alta concentrazione di torba, poiché il fiore ne risentirebbe notevolmente.

Temperatura

Il Tulipano ama particolarmente i luoghi caldi ed assolati, tuttavia in caso di giornate eccessivamente calde, è opportuno non esporlo alla luce diretta del sole, poiché le foglie potrebbero bruciarsi pur essendo molto resistenti. Si raccomanda di non posizionarlo in zone con una forte corrente, poiché teme fortemente il vento.

Mantenimento

Il Tulipano non necessita di molta acqua: si consiglia di annaffiarlo con cura e senza eccedere solo in caso di periodi piuttosto Tulipano fiori profumatiprolungati di siccità poiché  di solito basterà la pioggia ad irrigare il terreno. Bisogna aumentare la frequenza delle annaffiature durante i mesi estivi ma senza esagerare: il terreno troppo umido e i ristagni  d’acqua non sono per niente graditi da questi fiori.

La concimazione del Tulipano va fatta con un comune fertilizzante per piante da fiori, da somministrare regolarmente da quando la pianta fiorisce per circa quattro settimane.

Avversità

Il Tulipano non è immune dalla minaccia di malattie e parassiti: pericolose sono le lumache, i topi e gli insetti di terra, i quali tendono a rovinare i petali e le foglie della pianta; frequente è la presenza di funghi e muffe, che possono portare il Tulipano alla morte.

Per sconfiggere i parassiti si possono usare i comuni insetticidi, mentre per i topi di campagna vanno usate apposite trappole, e per le lumache basta munirsi di lumachicidi. E’ importante, per quanto riguarda le malattie, prevenirle: si può efficacemente intervenire attraverso agenti anti fungo ed anti muffa, utilissimi a prevenire l’insorgenza di tali problematiche e a conservare perfettamente integra la pianta. La prevenzione va intensificata durante il periodo della fioritura, effettuando a cadenza settimanale un piccolo controllo per verificare che non ci siano danni.


Potrebbero interessarti anche:

Un commento su “Tulipano

  1. chiara ha detto:

    salve,
    io ho 3 tulipani dove e uscita della muffa e dei funghi.
    Specificamente, quale anti muffa e funghi usare ???????
    GRAZIE PER EVENTUALI RISPOSTE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi