Tecoma

La Tecoma è un arbusto sempreverde, appartenente alla famiglia delle Bignoniacee; la pianta viene utilizzata a scopo ornamentale per ricoprire pareti, pergolati e muri di recinzione. Mostra fusti sottili che raggiungono un’altezza di circa 5 o 6 m; possiede foglie dalla forma lanceolata e appuntita, con i margini dentati, di un bel colore verde chiaro. La fioritura si ha nella stagione primaverile o in quella estiva: i fiori, particolarmente belli, sono tubolari, riuniti in infiorescenze a grappolo, di un vivace giallo; i frutti sono dei legumi penduli.

Bignoniacee

La moltiplicazione della Tecoma avviene per talee di fusto non lignificato, durante i mesi di giugno e luglio: le parti prelevate dovranno essere messe a radicare in cassone riscaldato, e in una miscela di torba e sabbia costantemente tenuta umida. E’ possibile effettuare la riproduzione anche per propaggine: si utilizzano rami bassi e flessuosi da tenere in parte interrati, per dividerli dalla pianta madre a radicazione avvenuta.

Nome

Tecoma

Tecoma foglie lanceolateAmbiente

La Tecoma è originaria degli Stati Uniti sud-orientali. L’arbusto predilige un substrato che sia fresco, molto ben drenato e fertile: l’esemplare di Tacoma non tollera assolutamente i ristagni di acqua. Si consiglia di aggiungere anche della sostanza organica, in modo particolare al momento della messa a dimora.

Temperatura

La scelta migliore è quella di collocare la pianta in una posizione luminosa, possibilmente all’aperto, in modo che possa ricevere il sole diretto per molte ore nel corso della giornata. Ben sopporta il freddo, ma durante la stagione invernale, soprattutto nelle giornate particolarmente fredde, si consiglia di proteggere adeguatamente la pianta o ripararla in casa.

Mantenimento

Nel corso della stagione primaverile ed estiva, le annaffiature dovranno essere frequenti e regolari, in modo da avere Tecoma fiore tubolareuna crescita rapida e una bella fioritura; nei mesi invernali, le irrigazioni potranno essere diradate. E’ importante permettere al terreno di asciugarsi tra un apporto di acqua e l’altro: il substrato non dovrà mai essere eccessivamente bagnato. Si raccomanda di tenere alta l’umidità ambientale.

La potatura non sarà necessaria per le piante troppo giovani, poiché si rischia di rallentarne lo sviluppo; negli esemplari adulti invece, si consiglia di effettuarla al fine di contenere le dimensioni della pianta e incoraggiare la produzione di nuovi ramoscelli e di un’abbondante fioritura, ma anche per eliminare le parti malate o secche.

La concimazione della Tecoma dovrà essere fatta durante la stagione vegetativa, servendosi di un fertilizzante liquido per piante da fiore, unito all’acqua delle irrigazioni; sarà bene ripetere l’operazione almeno  una volta al mese.

Avversità

In genere, la Tecoma è una pianta piuttosto resistente alla minaccia di malattie e parassiti, tuttavia si consiglia di fare attenzione agli eccessi di umidità ed alle temperature troppo rigide, dal momento che potrebbero creare danni irreparabili all’apparato radicale. Si raccomanda inoltre, di non eccedere con le annaffiature così da evitare la formazione di ristagni di acqua, per nulla tollerati.

Spesso la pianta è attaccata da parassiti quali gli afidi che proliferano soprattutto in ambienti eccessivamente secchi: è possibile sbarazzarsene con l’utilizzo di specifici prodotti, facilmente reperibili in commercio.


Potrebbero interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi