Portulaca

La Portulaca, anche nota con il nome di Porcellana, è un’ erbacea appartenente alla famiglia delle Portulacaceae. Tale genere comprende circa 200 specie di piante differenti, perenni oppure annuali a seconda della specie.

Portulaca, Portuilacaceae

La Portulaca è una pianta succulenta  costituita da fusti e foglie particolarmente carnosi. Il loro colore è un verde piuttosto scuro. Le foglie sono piatte oppure di forma cilindrica e, in gran parte dei casi, posseggono alla base un ciuffo di peluria. L’altezza della Portulaca è di massimo 20 cm in altezza e circa 15 in larghezza. Le infiorescenze sono composte da cinque petali e assumono colori molto variabili: dal rosa al rosso, sino al porpora. I frutti della Portulaca hanno la forma di piccole capsule le quali, al loro interno, contengono semi molto piccoli. Tali semi hanno proprietà terapeutiche e vengono utilizzate anche in ambito culinario per la preparazione di ottime insalate. Il portamento della Portulaca, in base alla specie di riferimento, può essere eretto oppure prostrato.

La moltiplicazione della pianta di Portulaca avviene per semina, durante il mese di marzo. I semi vanno posti in terrine con semplice composta per semi, oppure con sabbia e torba,  e posizionati alla temperatura di 15 ° C sotto una copertura vitrea. Sino al mese di maggio, le piccole piantine devono fortificarsi per bene per poi essere poste a dimora, definitiva.

Nome

Portulaca

Ambiente

fiori appariscentiLa Portulaca trova le sue origini in Brasile, in Uruguay ed in Argentina. Più generalmente, essa è originaria dell’America del Sud, dell’Africa e dell’Asia.  In genere predilige ambienti molto luminosi, soleggiati in quanto, molte specie della pianta in questione, non fioriscono se n on in pieno sole. In genere viene usata per la creazione di aiuole nei giardini, specie nel meridione della nostra Penisola.

Temperatura

La Portulaca sopporta molto bene temperature alte e  climi molto caldi. Al contrario, le basse temperature rischiano di far deperire la Portulaca, pertanto è consigliabile riporla in un luogo caldo e riparato.

Mantenimento

La Portulaca ha bisogno di annaffiature molto frequenti  ed abbondanti in piena estate, senza maifoglie verde scuro raggiungere quantità eccessive d’acqua.  E’ importante che la Portulaca, venga posta in un terreno particolarmente ricco e ben drenato per evitare i ristagni idrici.

La concimazione della Portulaca va compiuta tra il mese di aprile e quello di settembre. E’ opportuno, per questa pianta, utilizzare del concime semplice per piante da fiori, diluito nell’acqua delle innaffiature.  Tale operazione va svolta ogni 15 o 20 giorni.

La Portulaca non è una pianta che necessita di potatura. L’unica attenzione, può essere quella di eliminare la parti danneggiate  oppure i fiori appassiti. Ricordate di utilizzare sempre forbici ed arnesi puliti ed igienizzati precedentemente.

Avversità

La Portulaca è una pianta particolarmente resistente alle malattie ed agli attacchi di parassiti vari. Spesso, però, gli afidi  possono riuscire ad attaccare la pianta e finire con il danneggiare sia i fusti che le foglie.  In tal caso, si può procedere al lavaggio della parte interessata con una spugna. Solo nel caso in cui l’infestazione sia molto estesa, è possibile rivolgersi al proprio vivaista di fiducia che consiglierà un antiparassitario specifico.


Potrebbero interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi