Pittosporo

Il Pittosporo è un arbusto sempreverde appartenente alla famiglia delle Pittosporaceae. Tale genere accoglie circa 150 diverse specie, molto conosciute per le loro caratteristiche ornamentali, tra cui: il P. undulatum che ha l’aspetto di un albero; il P. tobira che è più simile ad un arbusto. Il Pittosporo è presente in molti giardini, nei grandi parchi o nei viali annessi: la funzionalità è spesso quella di siepi o bordure.

Pittosporum Heterophyllum

Il Pittosporo ha un portamento arbustivo oppure arboreo e la sua altezza arriva ai 5 metri. La sua chioma appare di forma tondeggiante, compatta e molto rigogliosa. Le foglie dell’arbusto sono, a seconda della specie, ovali o lanceolate, coriacee, di color verde molto intenso nella parte superiore, tendente a schiarirsi in quella inferiore. Le infiorescenze, che appaiono verso al fine della stagione primaverile, sono composte da fiori molto profumati, di color giallo, crema,rossi o neri che, solo in alcune particolari specie, ricordano il classico profumo degli agrumi. Il frutto del Pittosporo è formato da una capsula che inizia il processo di maturazione nel mese di agosto e genera una gran quantità di semi. Questi ultimi hanno un rivestimento molto simile alla resina, in quanto ricoperti da una sostanza particolarmente collosa.

La riproduzione del Pittosporo avviene per semina o per talea. Nel primo caso, per via della variabilità genetica, si rischia di non ottenere una pianta identica a quella che ha generato i semi. La riproduzione per talea, largamente consigliata, va compiuta con una recisione precisa ai fusti, durante la stagione estiva. Le talee devono essere della lunghezza di circa 10 cm. Successivamente vanno poste in una cassetta con sabbia e torba in eguali parti, ricoperta con una leggera plastica trasparente. La temperatura ideale in cui attuare il procedimento, è di circa 18 °C. A germogliazione avvenuta, la radicazione è compiuta: le piantine, in tal modo, vanno trapiantate in vaso o all’aperto.

Nome

Pittosporo (Pittosporum Heterophyllum)

Ambiente

fiori molto profumatiIl Pittosporo trova origine in Africa, nel continente asiatico e in alcune isole dell’oceano Pacifico. Nel nostro Paese, possiamo trovarlo lungo le coste, specificamente nel sud, in Sicilia ed in Sardegna. La pianta ama l’esposizione ai raggi diretti del sole ed un substrato non molto complesso.

Temperatura

Se il clima risulta troppo rigido oppure temperato, si consiglia di collocare la pianta in vaso su balconi o terrazzi. Il Pittosporo predilige temperature intorno ai 20-25 °C, ma alcune specie sono in gradi di svilupparsi anche in presenza di temperature ben inferiori.

Mantenimento

Il Pittosporo va coltivato in terreno moderatamente compatto, in grado di mantenere le riserve idriche durante i periodi più caldi dell’anno. Se foglie allungate o lobatetenuta in casa, la pianta del Pittosporo necessita di frequenti ricambi d’aria. E’ importante, però, non esporla a correnti d’aria fredda che potrebbero alterarne la crescita e lo sviluppo.

Le annaffiature devono essere abbondanti e regolari nella stagione estiva o comunque nei periodi più caldi. Esse vanno interrotte o diminuite nei periodi più freddi. Il pittosporo è una pianta che risponde meglio ai periodi di lunga siccità, piuttosto che agli eccessivi apporti idrici che ne danneggiano immediatamente il sistema radicale.

La concimazione va compiuta con del concime liquido da diluire nell’acqua delle annaffiature, ogni 4 settimane.

La potatura va effettuata per mantenere l’aspetto regolare ed armonioso della pianta. Essa deve essere regolare e puntuale, nonché svolta con estrema cura ed attenzione.

Avversità

Il pittosporo rischia molto frequentemente l’attacco della cocciniglia e degli afidi. Essi vanno debellati con l’ausilio di antiparassitari specifici, date le grosse dimensioni dell’arbusto in questione. Anche le temperature molto basse, specie al di sotto degli 0°C, possono danneggiare seriamente l’apparato radicale del Pittosporo.


Potrebbero interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi