Nepenthes

La nepenthes è una pianta carnivora, appartenente alla famiglia delle Nepentaceae; essa è in grado di raggiungere un’altezza davvero notevole: venti metri o anche di più. E’ costituita da forme particolari e colori vivaci che variano da specie a specie. La peculiarità della pianta sta nel fatto che essa può catturare le proprie prede mediante ascidi: alcuni possono avere una portata anche di due litri per le specie più grandi.

nepenthes

Queste piante spesso sono epifite, cioè crescono sugli alberi o sui detriti vegetali che utilizzano come supporto. Le prede della pianta carnivora vengono attratte da una sostanza zuccherina, si posano sull’ascidio e finiscono con lo scivolare lungo le pareti interne finendo all’interno dello stesso dove ci sono ghiandole che producono speciali enzimi per la digestione.

Nome

Nepenthes o Nepente

Ambiente

Nepenthes ascidiLa nepenthes è originaria dei paesi orientali. Predilige terricci composti da torba acida di sfagno mischiata a del bark, ovvero un miscuglio composto dalla corteccia di abete rosso e di Pseudotsuga douglasii, più una piccola percentuale di perlite: si tratta di elementi necessari per alleggerire il terreno e allo stesso tempo per trattenere l’umidità necessaria alla crescita.

Temperatura

Essendo la nepenthes natia di territori caldi, ha bisogno di molta luce e quindi anche di un’esposizione ai raggi diretti del sole che, però, è sempre opportuno evitare durante le ore più calde della giornata. Questa pianta può essere mantenuta all’aperto durante l’estate, ma durante il periodo invernale si consiglia di tenerla in casa, in un luogo ben illuminato, poichè non tollera temperature troppo basse: le condizioni termiche per la pianta devono aggirarsi intorno ai 15 o 25°C.

Mantenimento

La nepenthes va annaffiata in modo che il terriccio si mantenga sempre umido, anche con il passare del tempo tra un’irrigazione e l’altra. Le annaffiature devono essere abbondanti ed è importantissimo usare acqua demineralizzata o piovana, in quanto l’acqua calcarea non è assolutamente gradita. E’ opportuno prestare molta attenzione alla quantità di acqua, dato che eventuali ristagni nel sottovaso potrebbero portare a marciume dell’apparato radicale. Inoltre, le nebulizzazioni giornaliere, sempre servendosi di acqua piovana o demineralizzata, gioveranno alla crescita della pianta e manterranno vivida la naturale lucentezza della foglia.

La nepenthes, essendo una specie carnivora e abbastanza resistente, non ha bisogno di concimazione: si sconsiglia l’usoNepenthes insettivora di fertilizzanti, ma se si vuol procedere con questa operazione è importante avvalersi di prodotti specifici per questa pianta.

Moltiplicazione

La riproduzione del Nepenthes avviene solitamente tramite seme o per talea, da fare nel periodo primaverile, e con particolare attenzione.

Nel caso della riproduzione per seme, si consiglia di preparare un substrato di torba acida di sfagno, mista a perlite e bark, sulla cui superficie porre un sottile strato di sfagno essiccato. Prima di porre lo sfagno essiccato si consiglia, però, di metterlo in ammollo in acqua distillata o piovana per circa 10 minuti. Poi adagiare sopra i semi della nepenthes, nebulizzando regolarmente e assicurandosi si trovino a una temperatura non inferiore ai 20 gradi nonchè posti in buona esposizione solare.

Per la riproduzione per talea, invece, è necessario tagliare il ramo della nepenthes con delle forbici sterilizzate subito sotto l’ultimo nodo fogliare, quindi rimuoverne le foglie. Purchè non indispensabile, si consiglia di porre dell’ormone radicale alla base del ramo così da facilitare la crescita delle radici. A questo punto, porlo in un substrato composto da torba acida di sfagno mischiata a perlite e bark per favorire l’aerazione del terreno e trattenere l’umidità.

Avversità

Essendo la nepenthes una pianta carnivora, ed avendo peculiari caratteristiche che la rendono forte e resistente, difficilmente è soggetta all’attacco di parassiti ed insetti; al contrario, al fine di proteggersi, essa se ne ciba. Naturalmente, per favorire lo stato ottimale della pianta, è necessaria fare attenzione alle adeguate cure e ai giusti accorgimenti.

Un commento su “Nepenthes

  1. anna ha detto:

    Vorrei un informazione, la mia pianta ultimamente ha perso tutti i boccioli dove prendono gli insetti , non so cosa fare ,vorrei qualche informazione grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi