Nasturzio

Il Nasturzio è una pianta erbacea, appartenente alla famiglia delle Tropaeolaceae; mostra un portamento rampicante ed è utilizzata soprattutto a scopo ornamentale per coprire muri o pergolati. E’ in grado di raggiungere i 2,5 m di altezza, mostra fusti sottili e carnosi, di colore verde chiaro; le foglie hanno forma arrotondata, margine appena ondulato e una consistenza cerosa: se vengono schiacciate o sfregate tra le mani, liberano un aroma speziato. La pianta produce fiori particolarmente profumati, aventi cinque petali uniti a formare un calice a coppa, larghi circa 5 cm e nelle tonalità che vanno dal giallo all’arancio, fino al rosso carminio. Alla fioritura segue la comparsa dei frutti: si tratta di piccole e semplici bacche.

Nastruzio

La moltiplicazione del Nasturzio avviene principalmente mediante la semina, da effettuare nei mesi di febbraio e marzo: si raccomanda di interrare i semi, raccolti subito dopo la fioritura, in vasi contenenti un miscuglio di torba e sabbia in parti uguali e tenerli ad una temperatura intorno ai 10 o 13°C. La germinazione avverrà dopo circa un mese; il trapianto dovrà essere fatto quando il pericolo delle gelate risulterà concluso, in caso contrario le giovani piantine non sopravvivrebbero. II Nasturzio si riproduce facilmente anche mediante talea ed ancora più facilmente per propaggine.

Nome

Nastruzio ( Tropaeolum )

Ambiente

Nastruzio foglieIl Nastruzio è originario delle zone meridioni dell’America, ma è particolarmente diffuso anche in altre parti del mondo. La pianta predilige un tipo di terreno che sia fertile, sciolto, non troppo ricco di sostanza organica e soprattutto molto ben drenato poiché l’esemplare non gradisce in alcun modo la formazione di pericolosi ristagni idrici.

Temperatura

Il Nasturzio predilige le esposizioni a luoghi particolarmente luminosi e soleggiati, tuttavia si consiglia di proteggerla dal sole diretto durante i mesi più caldi; nel caso in cui la pianta venga esposta esclusivamente all’ombra, di essa si svilupperà solamente il fogliame. Mentre non sembrano avere problemi per quanto riguarda le alte temperature, al contrario temono fortemente le gelate: durante la stagione fredda è opportuna tenerla al riparo e proteggerla dalle correnti di aria fredda.

Mantenimento

Le annaffiature dovranno essere piuttosto regolari, soprattutto durante le stagioni più calde: si raccomanda di lasciare il terreno appena umido. IlNastruzio fiore Nastruzio è in grado di tollerare anche brevi periodi di siccità.

La concimazione dovrà essere fatta ogni due o tre settimane, utilizzando del fertilizzante liquido da unire all’acqua delle annaffiature. Si consiglia, nelle prime fasi dello sviluppo della pianta, di servirsi di un concime contenente una maggiore quantità di azoto, mentre nel periodo della fioritura sarà opportuno usarne uno con quantità maggiore di potassio.

Avversità

Cattive tecniche di coltivazione sono particolarmente dannose per la pianta: in caso di scarsa illuminazione, ad esempio, la fioritura del Nastruzio sarà molto povera; si consiglia, di conseguenza, di spostare la pianta in una zona maggiormente soleggiata.

Un fastidioso nemico del Nastruzio è l’afide: si tratta di un piccolo insetto di colore bianco che danneggia l’apparato fogliare. In presenza di infestazione, sarà opportuno trattare la pianta con antiparassitari specifici facilmente reperibili in commercio.


Potrebbero interessarti anche:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>