Mimosa

La Mimosa è un arbusto sempreverde, appartenente alla famiglia delle Fabaceae, ed apprezzata soprattutto per il suo fine decorativo. In natura può raggiungere anche i 25 o i 30 m di altezza, ma solitamente la si preferisce di taglia media, sui 10 m circa. Mostra foglie dalla forma bipennata, composte a loro volta da piccole foglioline che assumono colore diverso a seconda della specie, e si mostrano particolarmente morbide; esse possiedono l’insolita peculiarità di richiudersi durante la notte, o anche durante forti temporali e giornate eccessivamente fredde. La Mimosa produce fiori molto piccoli dalla forma a capolino, di un bel giallo intenso e profumatissimi: la fioritura, che va da gennaio a marzo, è molto abbondante: ad essa segue la nascita dei frutti: legumi lunghi dai 5 ai 10 cm circa, di colore nero una volta maturati.

Acacia Dealbata

La moltiplicazione della Mimosa avviene facilmente mediante seme, ma soprattutto grazie ai  polloni che si formano dalle radici; l’albero ha un apparato radicale molto robusto ed esteso: le radici sporgono anche diversi metri di distanza dalla pianta madre.

Nome

Mimosa ( Acacia Dealbata )

mimosa foglie bipennateAmbiente

La Mimosa è originaria delle zone del sud-est australiano e della Tasmania, ma è molto diffusa anche in Europa e nel nostro paese. Il terreno ideale è particolarmente acido, profondo e  soprattutto ben drenato; l’importante è che non venga coltivata in substrati calcarei.

Temperatura

E’ preferibile che la Mimosa sia coltivata in giardino, in una zona particolarmente soleggiata: l’arbusto predilige climi caldi, ed è bene che le temperature non scendano mai sotto i 15°C. I giovani arbusti temono il freddo, per cui durante la stagione invernale si consiglia di tenerli al riparo, applicando sostegni che siano in grado di proteggerli dalle correnti gelide.

Mantenimento

La Mimosa va annaffiata ogni 4 o 5 settimane, attendendo che il terreno sia asciutto tra un’irrigazione e l’altra: è Mimosa fiore profumatoimportante non eccedere con l’apporto di acqua, dal momento che la pianta teme fortemente i ristagni idrici. Durante i mesi freddi è consigliabile diminuire drasticamente le annaffiature. E’ necessario irrigare la Mimosa quand’è ancora giovane, mentre basterà l’acqua piovana una volta adulta.

La concimazione va fatta all’inizio della stagione primaverile oppure in quella autunnale: si consiglia di unire dell’humus o dello stallatico maturo al terreno nel momento dell’impianto, oppure farlo ogni 3 anni circa. Gli esemplari coltivati in vaso avranno bisogno di un fertilizzante liquido unito all’acqua delle annaffiature, da somministrare ogni 15 giorni, da maggio a settembre.

Avversità

La Mimosa, purtroppo, è spesso oggetto di attacchi da parte di parassiti quali la pulce, la cocciniglia, gli afidi, e i tripidi: questi attaccano le foglie e i boccioli, finendo con il rinsecchirli. Al fine di sbarazzarsene, si consiglia l’utilizzo di specifici antiparassitari.

Malattie quali il marciume radicale da Phytophthora, il marciume basaleda Armillaria mellea, verticilliosi da verticillium dahliae portano la pianta al deperimento: la chioma si ingiallisce, si secca, sulla corteggia si forma una patina bianca che emana cattivo odore. E’ necessario agire in modo tempestivo, disinfestando il terreno, drenandolo ed estirpando le piante troppo ammalate.


Potrebbero interessarti anche:

Un commento su “Mimosa

  1. Pazzaglia Giovanni ha detto:

    vorrei informazioni sull’apparato radicale dell’albero della mimosa-ha un fittone con capillari? quanto si estende rispetto alla grandezza dell’albero? che profondità può raggiungere?la potenza radicale in rapporto ad altre piante?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi