Lithops

Il Lithops è una pianta grassa, appartenente alla famiglia della Aizoaceae; esse vengono comunemente chiamate ‘sassi viventi’, merito della loro particolare forma. E’ priva di un fusto visibile, dato che la maggior parte della pianta si trova nel terreno. Le foglie crescono solitamente a coppia, ed hanno una consistenza carnosa: in cima ad esse, vi è un taglio da cui nasce un fiore in genere bianco, molto simile alla margherita. Questi, rispetto alla pianta che raggiunge circa i due centimetri di altezza, sono abbastanza grandi e arrivano anche ai cinque centimetri. La fioritura avviene quando la pianta ha almeno tre anni.

Lithops Schwantesii

La moltiplicazione del Lithops avviene per talea o anche attraverso la semina: il seme deve essere piantato tra marzo ed aprile, in un terreno costituito da sabbia e materiale drenante; la germinazione avrà luogo dopo circa due settimane. Per quanto riguarda la tecnica della talea, bisogna usare una lama sterile per separare le due foglie e prelevare una parte che sarà collocata direttamente nella sabbia: quando che le radici saranno spuntate, la pianta potrà essere messa a dimora.

Nome

Lithops ( Lithops Schwantesii )

Ambiente

Lithops fiori grandiIl Lithops è originario dell’Africa Meridionale; esso predilige terreni con un buon drenaggio e in caso di rinvaso, è preferibile scegliere un terriccio già pronto adatto ai cactus; in alternativa, si può creare un miscuglio di terra, di sabbia silicea e una parte di pomice. Poiché le radici del Lithops sono molto grandi e crescono verticalmente, il vaso dovrà essere più alto che largo.

Temperatura

Il Lithops necessita di essere collocato in un luogo assolato e non umido, tuttavia durante il periodo estivo è bene che non sia direttamente esposto alla luce del sole, evitando così scottature. La  pianta predilige gli ambienti ventilati e luminosi, e temperature che si aggirino tra un minimo di 10 gradi e un massimo di 25 gradi, pur reggendo condizioni termiche superiori ai 30 gradi.

Mantenimento

Il Lithops ha bisogno di annaffiature regolari durante i mesi caldi e soprattutto quando la superficie del terreno risulta eccessivamente Aizoaceaeasciutta già da diversi giorni. Durante i mesi freddi, possibilmente da ottobre fino a maggio, è preferibile sospendere le annaffiature. Nel caso in cui le giornate si presentino particolarmente calde si consiglia di procedere con la vaporizzazione.

Se il terreno scelto per la pianta risulta essere adeguato, le concimazioni non dovrebbero essere necessarie: in caso contrario, è importante servirsi di un concime ricco di fosforo e povero di azoto, da utilizzare durante la stagione estiva, almeno un paio di volte.

Avversità

Cattive tecniche di allevamento, inducono il Lithops ad avere uno sviluppo poco sano: se la pianta viene posizionata in un ambiente poco luminoso, ad esempio, essa tende a crescere assumendo una forma troppo allungata, perdendo così quella caratteristica. Nel caso in cui venga annaffiata eccessivamente, i suoi colori caratteristici muteranno ed essa assumerà una tonalità sbiadita.

Inoltre, il Lithops non è immune all’attaccato di parassiti quali le Cocciniglie e spesso, soprattutto sulle radici, dai pidocchi. In entrambi i casi, si consiglia di adoperare un insetticita ad ampio spettro.


Potrebbero interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi