Le cure estive

L’estate e’ il periodo dell’anno durante il quale le piante sono in pieno, rigoglioso sviluppo e svolgono tutte le funzioni primarie del loro ciclo vegetativo, in primo luogo, quelle relative alla formazione degli organi deputati alla riproduzione.

Durante questa stagione, infatti, per la maggior parte delle piante si ha il massimo sviluppo dei fiori e la loro trasformazione in frutti contenenti i semi dai quali nasceranno le nuove piante, anche se varie piante fioriscono a partire dalla primavera e alcune producono frutti gia’ dalla primavera inoltrata.

piante estate

Per questi motivi, durante i mesi estivi, le piante richiedono cure particolari, che devono essere attuate con metodo e regolarita’, anche a causa della temperatura. Infatti, il calore dei mesi estivi accentua l’evaporazione attraverso il fogliame e gli stessi fiori, mentre la composta tende a seccarsi rapidamente. La mancanza di acqua impedisce la regolare circolazione del nutrimento nella pianta proprio nel momento in cui ne ha maggior bisogno.

Questo, non solo porta a un indebolimento della pianta, ma puo’ giungere, se non si provvede nel modo giusto, a provocare l’arresto del suo sviluppo fino a causarne la morte.

L’annaffiatura

annaffiature pianteFornire acqua alle piante nei mesi estivi e’ assolutamente indispensabile, ma dobbiamo tener presente che la quantita’ necessaria puo’ variare drasticamente a seconda del tempo. Durante i periodi di sole e calore prolungati, la pianta puo’ aver bisogno di essere annaffiata almeno una volta al giorno, ma se la temperatura si abbassa o l’umidita’ e’ elavata, la quantita’ d’acqua richiesta sara’ molto minore e la pianta potra’ essere annaffiata anche solo due o tre volte la settimana. Percio’ e’ importante prendere nota delle condizioni climatiche quando annaffiamo poiche’ le piante rischiano di esserlo eccessivamente sia durante i mesi estivi sia durante quelli invernali.

E’ importante, anche, che la pianta sia annaffiata in modo corretto per le prime settimane successive al trapianto, in modo da permettere alle nuove radici di penetrare nella composta. Attenzione, pero’, perche’ troppa acqua puo’ impedire che cio’ accada e puo’, nella peggiore delle ipotesi, danneggiare seriamente la pianta. Con la bella stagione, infine, diverra’ probabile che siamo costretti a lasciare da sole le nostre piante per un weekend o per le vacanze estive. Quindi dovremo occuparci per tempo che tutte le nostre piante vengano adeguatamente annaffiate prima di andare via e durante la nostra assenza

Puo’ essere utile spostare le piante in una posizione dove il loro fabbisogno d’acqua sia ridotto, e preparare sistemi di auto-annaffiatura affinche’ vengano rifornite d’acqua quando noi non ci siamo. Se necessario, chiediamo l’aiuto di un amico o di un vicino per curare le nostre piante.

Il nutrimento

Le piante hanno bisogno di nutrimenti supplementari durante i mesi estivi, quando sono nel pieno della loro fase attiva. La maggior parte delle piante dovrebbe essere nutrita una volta a settimana o ogni 15 giorni, secondo il suo regime di crescita.
Usiamo un fertilizzante liquido appropriato e seguiamo le istruzioni indicate dalla casa produttrice. Facciamo, quindi, particolare attenzione a non cadere nell’errore di nutrirle piu’ spesso solo perche’ la loro crescita ci sembra soddisfacente e vogliamo migliorarla ulteriormente.

Nutrire una pianta eccessivamente, infatti, puo’ provocare gravi danni alle radici, portando in alcuni casi anche alla morte prematura. Quando iniziamo a nutrirle, facciamolo in modo ridotto, aumentando gradualmente la quantita’ di fertilizzante. Potrebbe essere anche necessario non nutrirle affatto se le piante sono state trapiantate nella tarda stagione oppure se la composta contiene un fertilizzante a lunga durata. Infatti, alcune specie vanno trapiantate nella tarda primavera o addirittura in estate.

Se ci siamo dimenticati di spostare una pianta in un vaso piu’ grande dove si troverebbe a suo agio, questa dovrebbe essere trapiantata subito.

La temperatura

Per fortuna, la temperatura interna di un’abitazione generalmente non e’ motivo di preoccupazione durante i mesi estivi perche’ le pareti riflettono il calore eccessivo e il piu’ delle volte e’ sufficiente abbassare le tapparelle affinche’ le piante abbiano la giusta quantita’ di calore a disposizione. Comunque durante le ondate di caldo secco e’ essenziale fornire un po’ di ventilazione e di umidita’ alla maggior parte delle piante: saranno sufficienti spruzzature d’acqua o l’adozione di sottovasi pieni di ghiaia bagnata, oltre la normale annaffiatura.

Modellare e sostenere

modellare pianteA seconda di come avviene la crescita della nostra pianta, puo’ diventare necessario potarla o concimarla per farle mantenere una sagoma compatta. Le piante rampicanti o pendenti, per esempio, trarranno senza dubbio beneficio da una regolata, che puo’ essere eseguita con un paio di forbici o con delle cesoie. La cimatura, ossia l’asportazione degli apici dei nuovi rami, per molte piante a foglia, compresa l’edere, favorira’ l’incespuglimento.

Le piante rampicanti hanno bisogno di essere sostenute con nuovi supporti per dar loro sostegni adeguati, altrimenti i loro fusti si possono rompere. Quando annodiamo i fusti al supporto, assicuriamoci che i lacci non siano applicati cosi stretti da danneggiarli o ostacolarne la crescita. Controlliamo anche i lacci gia’ esistenti per assicurarci che anch’essi non provochino qualche danno, dato che il diametro dei vecchi fusti sara’ aumentato.

La cura dei fiori

Le piante che producono fiori durante tutta l’estate trarranno beneficio da uno speciale fertilizzante a base di potassio, ideale per quando sono in bocciolo e in piena fioritura. Molte piante produrranno piu’ fogliame quando avranno terminato la fioritura e quindi avranno bisogno di ulteriore nutrimento, in tal caso si deve usare un comune fertilizzante per piante a foglia.

Ricordiamoci che i fiori devono essere immediatamente asportati non appena iniziano ad appassire per evitare che marciscano sulla pianta e provochino delle malattie e per prevenire lo spreco di energie della pianta nella formazione di semi.

La cura delle foglie

Qualche pianta trae beneficio durante l’estate da una maggiore umidita’ dell’ambiente; in genere questa condizione e’ richiesta da piante a foglia come la saintpaulia, la maranta e le felci. La maggior parte delle piante trarra’, comunque, beneficio da una spruzzata di acqua tiepida sul fogliame a intervalli regolari, applicata con uno spruzzatore con fori molto piccoli. E’ bene, pero’, accertarsi che non rimangano goccioline d’acqua sul fogliame perche’, se esposte al sole, agiranno come piccole lenti e quindi provocheranno bruciature alle foglie.

Evitiamo di dare acqua versandola a doccia a quelle piante, come la saintpaulia, che non amano l’acqua sul loro fogliame. Per piante come queste, se fa particolarmente caldo, e’ meglio fornire umidita’ all’ambiente circostante, mettendo intorno al vaso della torba umida o utilizzando sottovasi pieni di ghiaia umida.
Al contrario, il fogliame di molte piante, fra le quali i ficus, le monstera, le palme e l’edera, gradisce una leggera doccia tiepida per eliminare tutta la polvere e lo sporco accumulati. Cio’ e’ particolarmente utile per piante con foglie che sono difficili da pulire a mano. Alcune delle piante piu’ resistenti, come l’edera, possono essere messe all’aperto durante una leggera pioggia estiva.

E’ importante, inoltre, evitare che la composta rimanga a lungo troppo umida: ci sono piante che lo richiedono ma per la maggior parte e’ meglio lasciare che si secchi un po’ prima di annaffiarle di nuovo. La superficie della composta va tenuta pulita, eliminando detriti, foglie e fiori marci. Inoltre, asportiamo subito dalle piante ogni foglia danneggiata, malata o morta e i fiori appassiti in modo da evitare ogni possibile causa di malattia.

I parassiti

Tutti i parassiti sono assolutamente attivi durante i mesi estivi, pertanto dobbiamo controllare ogni giorno le nostre piante per accertarci che non siano presenti; non esitiamo a un’azione appropriata di rimedio al primo segnale di infestazione.

Il ragnetto rosso e i moscerini bianchi sono particolarmente fastidiosi ed e’ essenziale tenerli sotto controllo con un insetticida adatto. I ragnetti rossi prosperano nelle condizioni di secco, quindi la loro attivita’ puo’ essere ridotta spruzzando regolarmente su entrambe le superfici della foglia dell’acqua tiepida. Gli altri parassiti principali che potrebbero infestare le nostre piante sono gli afidi, le cocciniglie farinose e brune e i tripidi.

Le malattie

antiparassitari pianteRuggine e muffa sono due infestazioni frequenti dovute a funghi che si sviluppano facilmente in questo periodo dell’anno e il cui controllo non sempre e’ facile una volta che hanno aggredito la pianta.

Applicare, come prevenzione, dei fungicidi sistemici per evitare l’insorgere di queste malattie e’ sempre meglio che aspettare di riscontrare il primo segnale di malattia e poi attuare la cura. Lo stesso metodo vale per tutte le altre malattie: e’ meglio prevenirle spruzzando dei prodotti idonei su tutte le piante prima che il problema si manifesti effettivamente.

Alcune malattie dovute a funghi o batteri sono circoscritte localmente e possono essere controllare abbastanza facilmente tramite la rimozione di tutte le parti infette che devono a loro volta essere distrutte in modo radicale, bruciandole, onde evitare la diffusione di malattie. E’ buona norma eliminare tempestivamente foglie, fiori o altre parti della pianta che stanno appesantendo: i tessuti non vivi rischiano di marcire diventando cosi il terreno ideale nel quale prosperano funghi e batteri, i nemici piu’ pericolosi del nostro verde domestico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi