Impatiens

L’Impatiens è una pianta annuale, appartenente alla famiglia delle Balsaminaceae; è particolarmente apprezzata per il suo aspetto gradevole e l’abbondante fioritura: viene usata al fine di abbellire terrazzi e balconi, e per la creazione di aiuole. L’Impatiens è in grado di raggiungere un’altezza che varia dai 20 ai 60 cm a seconda della specie; essa mostra fusti sottili e carnosi. Produce fiori solitari o doppi, aventi un solo colore o anche diverse striature e sfumature: assumono tonalità che vanno dal bianco al rosa, al rosso e al viola; i frutti sono delle capsule che al minimo tocco si aprono lanciando i semi lontano.

Balsamina

La moltiplicazione dell’Impatiens può avvenire sia per seme che per talea. La semina deve essere fatta all’inizio della stagione primaverile: i semi dovranno essere posti in un contenitore con della torba, tenuto in una zona ombreggiata, e coperto con un telo di plastica in modo da proteggere i semi e mantenere il terriccio umido. Allo sbocciare dei primi germogli, le piantine potranno essere rinvasate in piccoli recipienti.

La riproduzione tramite talea va fatta da aprile ad ottobre: bisogna tagliare una parte di un ramo laterale lunga circa 10 cm, servendosi di un coltello ben affilato e pulito, così da evitare infezioni, e porla in un bicchiere d’acqua. Una volta formate le radici, la piantina deve essere spostata in un contenitore con torba e sabbia e dopo circa due settimane, quando nasceranno i primi germogli, si potrà procedere col rinvaso.

Nome

Impatiens ( Balsamina )

Ambiente

Impatiens fusti carnosiL’impatiens è originario dell’Africa e dell’Asia; la pianta predilige un tipo di terriccio che sia leggero e soffice, ricco di materia organica e soprattutto molto ben drenato. Si consiglia di unire al terreno  torba e sabbia, creando un composto che favorirà il drenaggio dell’acqua: in questo modo si eviteranno i ristagni idrici, dannosi per le radici.

Temperatura

La pianta ama i luoghi ombreggiati o semi ombreggiati; l’importante è non esporla ai raggi diretti del sole.
La temperatura ideale per la coltivazione dell’Impatiens si aggira intorno 18 gradi; questo esemplare tollera il caldo ma non il freddo: non bisogna mai tenerla in un ambiente dove la temperature sono più basse di 13 gradi. Allo stesso modo, teme le correnti d’aria fredda e il gelo.

Mantenimento

L’Impatiens necessitano di un’annaffiatura abbondante soprattutto nei mesi primaverili ed estivi, mentre durante la Impatiens fiori striatistagione autunnale e quella invernale, è opportuno ridurre l’apporto d’acqua. E’ importante fare attenzione ai ristagni d’acqua, ma anche assicurarsi che il terriccio non si secchi.

La concimazione dell’Impatiens va fatta ogni dieci giorni circa, servendosi di un fertilizzante per piante da fiori, unito all’acqua delle annaffiature. Si consiglia di utilizzare un concime che abbia un’alta concentrazione di azoto, fosforo e potassio.

Avversità

L’Impatiens non è immune dalla minaccia di parassiti quali gli afidi o il ragnetto rosso; quest’ultimo danneggia le foglie, ingiallendole ed infine facendole cadere.  Al fine di sbarazzarsene, è opportuno lavare la pianta che va risciacquata per bene così da eliminare ogni residuo di sapone, oppure ci si può servire di un insetticida specifico.

La pianta è spesso attaccata anche dal cosiddetto Mal Bianco, che crea uno strato di muffa biancastra sulle foglie: bisogna eliminare le parti colpite, o in caso di infezione grave,utilizzare dei fungicidi.


Potrebbero interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi