Exacum

L’exacum fa parte della famiglia delle Gesneriaceae; è una pianta erbacea perenne, coltivata come pianta ornamentale; è conosciuta anche con il nome di Violetta tedesca.  E’ di piccole dimensioni, raggiunge un’altezza di massimo venticinque o trenta centimetri; è ramificata e dal portamento tondeggiante. I fusti si presentano sottili e raccolgono foglioline ovali dal colore verde chiaro, carnose e lucide la cui lunghezza arriva a tre centimetri.

Questa pianta produce fiori piccoli, costituiti da cinque petali di colore tendente al viola, ma spesso anche al bianco o all’azzurro, con sgargianti stami dorati al centro, il cui profumo risulta essere molto intenso e gradevole. La fioritura può durare più a lungo se si ha l’accortezza di rimuovere i fiorellini man mano che sono appassiti e favorire la nascita di nuovi boccioli. Non genera frutti.

Exacum affine

La moltiplicazione, solitamente,  avviene per seme: queste piante si coltivano in primavera cosicché raggiungano la piena fioritura all’inizio dei mesi estivi.

L’exacum si coltiva come pianta da appartamento, poiché è difficile che essa resista alle temperature rigide del periodo invernale. Ma volendo, lo si può coltivare anche fuori dalle mura domestiche, per abbellire bordure ed aiuole, ma in questo caso la pianta sarà destinata a perire all’arrivo dei primi freddi dell’autunno.

Nome

Exacum ( Exacum affine)

Ambiente

Exacum foglie ovaliE’ originaria dell’isola di Socotra. La pianta ha bisogno di terreni ben drenati; il terriccio dovrà essere rimestato ad una buona quantità di sabbia. Di solito non hanno bisogno di recipienti troppo capienti, soprattutto perché raramente restano in vita molto a lungo; in genere le piante di exacum vengono coltivate solo per due o tre anni di seguito, poi si riproducono per ottenere nuove piante.

L’ Exacum affine ha una crescita migliore se viene coltivata in terriccio a ph basico.

Temperatura

L’exacum predilige posizioni soleggiate o semi-ombrate, ma non l’esposizione diretta ai raggi del sole. Per facilitare la fioritura primaverile si suggerisce di mantenere le piante, durante i mesi invernali, in luogo non troppo riscaldato, con temperature vicine ai 12-15°C.

Mantenimento

La pianta deve essere annaffiata con regolarità durante tutti i mesi dell’anno, lasciando che il terriccio non si asciughi troppo. Nel Exacum fiore cinque petaliperiodo invernale, tuttavia, sarebbe opportuno che le annaffiature siano per lo più scarse e ridotte nel tempo, mentre in estate bisognerebbe intensificarle onde evitare periodi di siccità. Inoltre, sarebbe ideale aggiungere del concime per fiori all’acqua, da marzo ad ottobre. Vaporizzare la chioma della pianta periodicamente.

Avversità

Nel caso in cui la pianta venisse esposta ad un clima eccessivamente scarso o poco ventilato, potrebbe verificarsi la riproduzione di acari sulla parte inferiore delle foglie, o un terriccio troppo irrigato potrebbe favorire la presenza di marciume.

Nel periodo primaverile, si possono verificare notevoli sbalzi di temperatura tra le ore diurne e quelle notturne, e piogge abbastanza frequenti: questo può favorire lo sviluppo di malattie fungine, che vanno trattate precauzionalmente con un fungicida sistemico, da utilizzare prima che i boccioli crescano troppo; a fine inverno si raccomanda anche un trattamento insetticida ad ampio spettro, per impedire l’attacco di afidi e cocciniglie.


Potrebbero interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi