Cirtomio

Il Cirtomio è un genere di Felci appartenenti alla famiglia delle Dryopteridaceae . Tale genere sempreverde accoglie circa 12 specie diverse che si differenziano per la loro coltivazione o per la loro diversa adattabilità. Tra le più note ricordiamo il C. Caryotideumo il C. Falcatum o il C. Fortunei.

Dryopteridaceae

Il Cirtomio è una pianta dal rizoma molto corto, piuttosto massiccio e coperto da palee scure, precisamente dal bruno al rossastro. Le sue foglie sono molto lunghe, circa un metro, nonchè molto resistenti alle temperature e presentano una forma lineare, divise per metà, di color verde. Esso è lucido nella parte superiore, leggermente più opaco in quella inferiore. Ciascuna foglie è composta da diversi paia di foglioline più piccole.

La riproduzione del Cirtomio avviene, in genere, per divisione dei rizomi. Tale operazione si compie nel mese di marzo. Si prelevano parti di radici lunghe circa 6-7 cm, sottili, con circa 4.5 foglioline, e si interrano in terreno fertile miscelato a torba. Esse sono già trattabili come piante adulte, non. Il Cirtomio, inoltre, si riproduce anche grazie alle spore situate sulla parte inferiore delle foglie. Esse, trasportate dalle correnti, attecchiscono al terreno e producono nuovi germogli, dando vita ad una nuova piantina a tutti gli effetti.

Nome

Cirtomio

Ambiente

spore riproduttiveIl Cirtomio trova le sue origini nelle zone dell’Himalaya e del Giappone. In genere, il Cirtomio, non ama posizioni molto luminose. Precisamente, è avversa ai raggi diretti del sole. Si stabilizza e cresce in maniera impeccabile in zone a mezz’ombra o comunque poco illuminate. E’ una pianta che tollera anche gli ambienti più secchi e meno umidi come quelli degli appartamenti, anche se è consigliabile effettuare nebulizzazioni al fogliame una volta alla settimana. Il Cirtomio è molto sviluppato anche nella nostra penisola.

Temperatura

Il Cirtomio non risponde molto bene ad inverni troppo rigidi o improvvise gelate. La sua temperatura minima sopportata è di 10 °C. Qualora la temperatura dovesse scendere oltre i 10 °C, la pianta cade in una fase di semidormienza, pur conservando intatto il suo fogliame. Il clima più favorevole è quello temperato.

Mantenimento

Il Cirtomio è una pianta che va innaffiata con una certa frequenza e con estrema regolarità. E’ importante che tale foglia molto lungaoperazione venga svolta in maniera impeccabile durante le stagioni più calde dell’anno. Ridurre l’apporto idrico in autunno ed inverno.

La pianta predilige substrato costituiti  semplice terra da giardino e una consistente parte di humus. E’ consigliabile concimare il terreno in primavera con del fertilizzante liquido ogni sette giorni.

Il Cirtomio può esser rinvasato nel momento in cui le radici hanno occupato tutto lo spazio disponibile. Tale operazione va compiuta nella stagione primaverile, ponendo sempre alla base del vaso, dei pezzi di coccio per evitare ristagni idrici e favorire il drenaggio dei liquidi.

Il Cirtomio non è soggetto a potatura, se non all’eliminazione del fogliame essiccato o danneggiato dai raggi solari diretti.

Avversità

Il Cirtomio può incorrere in appassimento qualora le annaffiature siano eccessive e continue, anche nelle stagioni più fredde. Viceversa, qualora la pianta venga esposta ai raggi diretti del sole, può presentare bruciature sulla parte superiore del fogliame. Il Cirtomio, spesso subisce l’attacco della cocciniglia bruna. Essa è ben visibile dal momento che genera, sulla superficie interessata, delle escrescenze nerastre e appiccicose. La pianta, in tal caso, va trattata con un prodotto anticoccidico specifico, oppure strofinando la zona interessata con un batuffolo imbevuto di acqua ed alcool.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi