Cannella

La Cannella è un genere di albero di natura sempreverde appartenente alla famiglia delle Lauraceae. Essa è molto conosciuta per l’uso che se ne fa in ambito culinario della spezia che se ne ricava. Tale genere ne comprende 2 specie, la Cinnamomum zeylanicum  e la Cinnamomum cassia, più comunemente nota come cannella cinese .

cinnamonum Lauraceae

L’altezza dell’albero della Cannella è di circa 15 metri. Le sue foglie sono disposte in maniera opposta e di forma ovale, acuminate. La loro lunghezza è di circa 18 cm. I rami della cannella sono, in gioventù, particolarmente rugosi, tendenti al grigio. I fiori della cannella sono raggruppati in infiorescenze bianche dalle quali, successivamente, si genere il frutto. Esso è una drupa che, al suo interno, accoglie una tipologia di seme privo di albume. L’aroma della spezia si ricava dal fusto e dai ramoscelli che, efficacemente trattati, assume la forma di una piccolissima pergamena arrotolata. Il sapore della cannella ha vaghe somiglianze con i chiodi di garofano, solo leggermente più piccanti.

La Cannella si riproduce per seme, per talea o per divisione dei cespi. Le ultime due modalità non sono frequenti perché poco fruttuose. La semina, invece, si svolge durante la stagione primaverile. Essa va condotta lontano da basse temperature ed eventuali correnti, preferibilmente è opportuno scegliere un luogo chiuso. Le giovani piantine van mantenute in appartamento nei primi anni, successivamente vanno poste a dimora definitiva, quando sono ormai divenute adulte.

Nome

Cannella (Cinnamonum)

Ambiente

cannella bastonciniLa cannella trova le sue origini nelle zone della Cina ma la spezia che se ne ricava è presente in tutt’Europa ma anche in Sri Lanka. La cannella, in genere, cresce in maniera selvatiche nei boschi e nelle foreste a clima tropicale. E’ importante che il substrato della cannella sia particolarmente sciolto ed opportunamente drenato, così da rendere semplice il passaggio idrico, senza arrecare danni alle radici.

 Temperatura

La cannella predilige temperature molto alte ma che abbiano, al contempo, anche un elevato tasso di umidità. E’ importante che sia posizionata in una parte molto luminosa, avendo cura che non riceva i raggi diretti del sole nelle ore di punta della giornata. L’albero gradisce temperature miti anche durante le stagioni più fredde, poiché non sostiene bruschi attacchi di freddo o gelate. Queste ultime, infatti, potrebbero portare alla morte definitiva della pianta.

Mantenimento

E’ necessario che il terreno della Cannella sia mantenuto sempre e costantemente umido, cercando di evitare eventuali ristagni idrici, i qualifoglie acuminate recherebbero danni molto seri all’intero apparato radicale della pianta. E’ inoltre importante assicurare alla pianta, la giusta dose di umidità ambientale che le permette di crescere forte e sana giorno dopo giorno.

La concimazione va compiuta durante il periodo di vegetazione, utilizzando un comune concime fertilizzante per le piante verdi.  Esso va diluito assieme alle acque di irrigazione, per almeno una volta al mese.

La pianta non richiede potature se non quelle effettuate da produzione, ma comunque sempre e solo nel luogo d’origine della pianta stessa.

Avversità

La Cannella non è soggetta ad attacchi da parte di parassiti o malattie varie. L’unico inconveniente è rappresentato da cattive o eccessive innaffiature che potrebbero generare malattie fungine o marciumi alla base. E’ sempre consigliato intervenire, nel caso di malattie fungine, con prodotti specifici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *