Betulla

La Betulla è un albero appartenente alla famiglia delle Betulacee, molto apprezzata per il suo aspetto armonioso e la facilità di coltivazione. L’esemplare è in grado di raggiungere solitamente i 12 o i 18 m di altezza, ma in alcuni casi arriva anche ai 25 m; ha una crescita molto veloce, tuttavia ha vita breve: raramente la Betulla supera i 60 anni di età. E’ caratterizzata da rami marroni, lucenti e tendenti al color porpora, una chioma rada e leggera, una corteccia dotata di sfumature argentee che la rendono particolarmente decorativa. Possiede foglie di forma ovale e del tipico colore verde scuro, tendente al dorato durante la stagione autunnale; produce fiori riuniti in infiorescenze a forma di spiga che emettono un gradevolissimo profumo: i fiori maschili sono più lunghi e pendenti, separati da quelli femminili che si presentano più corti, solitari e laterali. Genera inoltre, delle infruttescenze dalla forma cilindrica che una volta mature liberano delle piccole samare aventi un’ala membranosa.

Betula

La moltiplicazione della Betulla avviene principalmente mediante la semina, all’inizio del mese di marzo: i semi saranno piantati in un’apposita composta di sabbia e torba in parti uguali, e quando le piantine saranno sufficientemente grandi saranno ripiantate in una cassetta e in seguito trapiantate all’aperto. Bisognerà lasciarle a dimora per due o tre anni circa, e poi procedere con l’ innesto definitivo. Durante la stagione primaverile, è possibile effettuare la riproduzione anche tramite margotte o talee, anche se entrambi i metodi sono poco usati poiché non sempre hanno possibilità di riuscita.

Nome

Betulla ( Betula )

Betulla foglie ovaliAmbiente

La Betulla è originaria dell’Europa e dell’Asia settentrionale, in Italia è particolarmente diffusa sulle Alpi; il terreno ideale è leggero, sabbioso, molto ben drenato, tuttavia essendo una pianta molto rustica, non ha grossi problemi nell’adattarsi ad altri tipi di substrato. Se la si coltiva in terreni calcarei, è bene sapere che la sua crescita sarà molto più lenta, che le foglie saranno più piccole e cadranno più precocemente in autunno.

Temperatura

L’albero di Betulla pur preferendo posizioni molto soleggiate e luminose, non mostra difficoltà nel crescere in luoghi con climi  particolarmente freddi e ventosi: difatti la pianta è diffusa anche sulle Alpi, al limite della vegetazione arborea.

Mantenimento

La Betulla solitamente non necessita di grandi irrigazioni, facendosi bastare l’acqua piovana; tuttavia, in caso diBetulla infiorescenze a spiga prolungati periodi di siccità, sarebbe opportuno preoccuparsi di annaffiarla. Per quanto riguarda la potatura, è da effettuarsi soprattutto sui giovani esemplari e se è possibile in primavera, in modo da dar loro la forma desiderata. La Betulla cresce in media 20 o 30 centimetri l’anno.

Si consiglia, al fine di favorire una crescita sana ed equilibrata, di fornire ogni anno e nella stagione autunnale, del concime organico ai piedi dell’albero.

Avversità

La Betulla è una pianta rustica, di conseguenza non teme particolarmente attacchi esterni da parte di parassiti o malattie. Tuttavia, un pericolo rilevante per l’albero è rappresentato dal poliporo: si tratta di un fungo detto  a mensola, che può infilarsi tra le ferite della corteccia causando marciume del legno.


Potrebbero interessarti anche:

2 commenti su “Betulla

  1. fabrizio ha detto:

    Dove cresce la betulla il cibo essere più. Sano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi