Asplenio

L’Asplenio comprende circa 650 specie che crescono spontaneamente, per la maggior parte, nelle zone umide ed ombrose delle foreste tropicali, ma molte specie sono comuni anche in Europa. Si dividono in specie tropicali, esotiche e indigene. Possono raggiungere anche i 2 m di altezza, mentre le piante di dimensioni più ridotte possono essere coltivate anche in appartamento.

asplenio nidus

Per molti anni questa specie è stata avvolta dal mistero perché non era chiaro come si moltiplicasse, ma nel 1850 grazie ad un libraio tedesco che aveva notato delle spore sulla pagina inferiore delle foglie, comprese che la pianta si moltiplicava attraverso di esse.

Nome

Asplenium trichomanes

foglie asplenio settentrionaleAmbiente

Generalmente l’Asplenio ha una crescita abbastanza rapida perciò quando la pianta ha raggiunto delle dimensioni eccessive, va rinvasata togliendo le foglie secche dalla base e ponendola in un vaso più grande. Questa operazione va fatto a marzo.

Occorre uno strato di ghiaia e piccoli sassi che servono a favorire il deflusso dell’acqua, mentre la composta deve essere formata da tre parti di torba, 2 di sabbia grossolana e una dose di fertilizzante.

 Temperatura

La temperatura minima invernale si aggira  intorno ai 10-16°C (con temperature inferiori si rischia la comparsa di macchie brune sulle foglie). In estate non deve superare i 23-24°C.

Mantenimento

foglia asplenio acari

Le annaffiature devono essere regolari per tutto l’anno, avendo cura di evitare ristagni che potrebbero far marcire il rizoma. L’umidità deve essere tenuta sempre ad un buon livello, magari con lavaggi e spruzzature cercando di evitare accumuli di acqua nella rosetta centrale. Risulta utile porre le piante su terrine con ghiaino mantenuto sempre umido.

Utilizzare un concime che oltre ad avere i  “macroelementi” quali Azoto (N), Fosforo (P) e Potassio (K) abbia anche i “microelementi” quali il Magnesio (Mg), il Ferro (Fe), il Manganese (Mn), il Rame (Cu), lo Zinco (Zn), il Boro (B), il Molibdeno (Mo), tutti necessari per lo sviluppo della pianta.

L’Asplenio non può essere potato, vanno semplicemente eliminate le foglie che man mano si disseccano per evitare che diventino conduttori di malattie e parassiti. Utilizzare un attrezzo disinfettato per evitare infezioni ai tessuti della pianta.

 Avversità

L’asplenio può essere attaccato da cocciniglie, che si manifestano con macchie gialle sulle foglie e dai parassiti, sotto le foglie di colore bruno. Si possono combattere eliminandole fisicamente e trattando la pianta con un prodotto anticoccidico.

Le foglie possono presentare bordi scuri o appassire, in questo caso il problema è causato dall’aver tenuto la pianta in un ambiente troppo caldo. Mentre funghi e muffe possono crearsi a causa di ristagni d’acqua nel sottovaso e si manifestano con macchie scure sulle foglie.

 


Potrebbero interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi