Araucaria

L’ Araucaria è un albero sempreverde di grandi dimensioni, che raggiunge anche i 70 m di altezza, appartenente alla famiglia delle Aracauriaceae. A seconda della specie, l’esemplare può avere un portamento diverso: in alcuni i rami arrivano a toccare il suolo, in altri si sviluppano molto più in alto. Possiede foglie rigide e spesse, addossate le une alle altre, aventi la forma di squama e una spina appuntita al loro apice; nel corso degli anni, il loro colore muta dal verde chiaro ad un verde molto più scuro, giungendo infine al nero subito prima di cadere. Il tronco ha una circonferenza di circa 2 m, la corteccia è ruvida e col tempo tende a squamarsi, i rami sono bianchi; l’Araucaria produce fiori molto grandi, somiglianti a piccole sfere: si tratta di piante dioiche, ovvero che hanno solo fiori femminili o solo fiori maschili. I frutti  sono chiamati strobili, e si presentano come dei coni simili alle pigne che contengono al loro interno molti semi.

Araucaria araucana

La moltiplicazione dell’Araucaria può avvenire sia mediante semina, durante la stagione primaverile, oppure per talea: è importante tener conto che la pianta ha una crescita molto lenta, e quindi per la messa a dimora definitiva, in entrambi i casi, saranno necessari diversi anni. Si consiglia di procedere con la messa a dimora definitiva quando l’esemplare vegetativo ha raggiunto i 30 cm circa.

Nome

Araucaria ( Araucaria araucana )

Araucaria fiori sfericiAmbiente

L’Araucaria è originaria del Cile centrale e dell’Argentina centro-occidentale; essa è in grado di adattarsi a diversi tipi di terreno, ma non gradisce quelli poco drenati. Predilige substrati soffici e aventi buona profondità.

Temperatura

L’albero di Araucaria preferisce posizioni soleggiate e molto luminose, essendo originaria di luoghi dal clima particolarmente caldo; tuttavia tollera zone a mezz’ombra, purché riparate dai forti venti. La temperatura ideale per la coltivazione si aggira intorno ai 12-18°C: in estate non dovrà essere superiore ai 25°C, mentre durante la stagione invernale è bene che non scenda mai al di sotto dei 7°C.

Mantenimento

Per quanto concerna l’irrigazione dell’ Araucaria, si consiglia di innaffiare con cura le giovani piante, quelle appena Araucaria foglie appuntitemesse a dimora, in particolar modo durante i mesi più caldi. Una volta divenuto adulto, l’albero riesce a tollerare anche periodi di siccità. Necessita di potatura solo nel caso in cui si desideri contenere le sue dimensioni, attribuendole la forma che più aggrada.

Si raccomanda di somministrare all’ Araucaria del fertilizzante liquido, specifico per piante acidofile, ogni volta che si bagna la pianta. E’ opportuno interrompere le concimazioni durante il periodo invernale.

Avversità

L’Araucaria è spesso minacciata dalla presenza delle cocciniglia: questo parassita attacca l’apparato fogliare danneggiandolo gravemente, o anche il tronco dell’albero. Al fine di sbarazzarsene, si esorta l’uso di olio bianco combinato con un antiparassitario specifico.

Inoltre, diversi fattori combinati tra loro come la somministrazione di troppa acqua, un ambiente eccessivamente caldo, luce troppo scarsa o concimazione insufficiente, provocano l’ingiallimento e la caduta delle foglie. E’ necessario agire tempestivamente, accertandosi di aver apportato le giuste cure all’esemplare, e in caso contrario, comportarsi diversamente in futuro.


Potrebbero interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi