Abete Rosso

L’abete rosso è un albero appartenente alla famiglia delle Pinaceae; è una pianta molto longeva, che può arrivare a vivere anche per cinque secoli. Ha forma piramidale e raggiunge anche i cinquanta metri di altezza; mostra una corteccia dal colore rossastro, squamosa e spessa per meglio proteggere il tronco dalle basse temperature. Le foglie sono costituite da una sostanza viscosa, avente la capacità di proteggere l’albero dalla mancanza di acqua; hanno conformazione aghiforme, assumono un colore verde scuro e sono disposte a spirale. L’abete possiede coni lunghi fino a quindici centimetri, aventi diametro di tre centimetri; sono pendenti e dal colore verdastro che col passare del tempo assume tonalità sempre più vicine al rosso scuro.

Picea Abies

Presenta fiori maschili, dalla forma ovale e lunghi circa un centimetro; sono collocati sulla cima dei rami più giovani ed hanno un breve peduncolo e sfumature di colore rosso carminio. I fiori femminili sono solitari, riuniti  in gruppi di tre o quattro di colore rosso vivo, prima eretti e poi pendenti e fioriscono da aprile a giugno.

L’uso che si fa dell’abete rosso è a scopo ornamentale: esso viene utilizzato per il commercio di alberi di Natale; il suo legno viene adoperato per la produzione di mobili, essendo molto leggero e facile da lavorare. In antichità,  la resina dell’albero veniva mescolata a della cera per darle consistenza e i contadini la usavano come unguento per contusioni e slogature.

Nome

Abete Rosso ( Picea Abies )

Ambiente

Abete rosso coni pedentiL’abete rosso è particolarmente diffuso nelle zone dell’Europa settentrionale e centrale; in Italia esso si trova principalmente sulle Alpi e nella zona dell’Alto Adige. L’albero predilige terreni freschi, acidi e che siano ben drenati e trattengano l’umidità.

Temperatura

L’abete rosso ama l’esposizione a luoghi molto soleggiati, ma non teme particolarmente il freddo, dal momento che cresce soprattutto in climi nordici : nel corso dei secoli, la sua struttura si è ben adattata a resistere a climi molto rigidi, munendosi di una spessa corteccia e di foglie quasi simili ad aghi, e anche la sua chioma si è sviluppata in modo che la neve possa facilmente scivolare.

Mantenimento

L’albero non necessita di annaffiature regolari o copiose: può tollerare periodi di siccità, facendosi bastare l’apporto di acqua piovana. Tuttavia, in caso di prolungata assenza di piogge, è consigliabile procedere con l’annaffiatura circa ogni due settimane.

Avversità

L’Abete rosso è particolarmente sensibile all’attacco di parassiti quali i coleotteri, che riproducendosi  sulle piante ormai morte, Abete Rosso foglie aghiformipossono attaccare anche quelle superstiti, accrescendo considerevolmente il danno generale. E’ appropriato quindi, controllare lo stato degli alberi e intervenire con il taglio e la distruzione o anche l’allontanamento del materiale infestato ai primi sintomi.

L’albero teme anche l’attacco della processionaria, ovvero  un genere di lepidottero parecchio nocivo allo stadio larvale: i bruchi costruiscono tra gli aghi delle piante grandi involucri sericei capaci di contenere centinaia di insetti ,che ogni notte escono in lunghe file per nutrirsi, defogliando con grande avidità addirittura interi alberi. Questo parassita può essere scacciato mediante l’asportazione del nido o, in alternativa, distruggendole completamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi